Call for papers

Nel corso degli ultimi venti anni, sempre più città europee hanno sviluppato e attuato le politiche dei tempi della città, il cui obiettivo è duplice:

  • Progettare una pianificazione “dei tempi” per organizzare i flussi della mobilità;
  • E coordinare l’accessibilità ai servizi offerti.

Al di là dell’aspetto funzionale (migliorarel’accessibilità e l’organizzazione dei servizi pubblici), i tempi della cittàincludono altre dimensioni, più complesse, che collegano l’individuo alla società e al territorio.

La call for paper« Le temporalitàdella città» s’interessaalla nozione polisemica della temporalità e interroga gli approcci plurali e multidisciplinari del senso che questa nozione prende nello spazio urbano. Le temporalità della città non sono solamente il risultato di une sedimentazione storica, ma riguardano anche la costruzione stessa della città, la sua concezione et produzione, cosi’come le pratiche urbane : la città pensata, disegnata, costruita, vissuta, utilizzata, …. dai differenti attori implicati.

Gli attori della città intrattengono un duplice rapporto al tempo :

  • Pragmatico, nel senso che ogni spazio, ogni forma, ogni materiale, … deve esprimere una temporalità particolare, come per esempio quella dei tempi dell’iter progettuale. A questa si aggiungono le temporalità delle attività che si svolgono negli spazi urbani, come per esempio:gli spostamenti degli utilizzatori, i flussi degli individui, dei beni e delle informazioni, etc. Che cosa caratterizza allora la temporalità nella città di ieri e in quella di oggi et di domani? Come prendere in considerazione la dimensione temporale nell’analisi urbana e spaziale ? Come integrarla durante la fase della progettazione? Quali strumenti (digitali o meno) permettono d’integrare e di misurare questa nozione?
  • Concettuale:la temporalità é un concetto astratto che implica delle questioni fondamentali sulle relazioni che gli attori istaurano con gli spazi vissuti, vale a dire la relazione sincronica e/o diacronica al luogo, alla sua storia, al patrimonio, etc. Come definire questerelazioni semantiche? Come oggettivarele pratichedello e nello spazio, da un punto di vista spazio-temporale?

HyperUrbain.5 sollecitacontributi su ricerche compiute o in corso sui temi seguenti (lista non esaustiva):

  • I tempi / letemporalità della città
  • L’evoluzione diacronica della città
  • Le temporalità del progetto urbano
  • La temporalità delle forme urbane
  • Semiotica temporale della città
  • La mediazione temporale e l’identità della città
  • La temporalità degli usi / capacità di adattamento
  • Temporalità ibride/trasformazioni dovute alle nuove tecnologie informatiche
  • A-temporalità
  • Approccio strategico delle temporalità urbane

Dates
* 28 febbraio 2015 :Invio degli abstracts
* 9 marzo 2015 : Notifica dell’accettazione
* 15 aprile 2015 :Invio dei Full papers
* 28-29 maggio 2015 : Convegno